Portfolio 2015 Montecastrese

Il Civico Museo Archeologico di Camaiore, posto in piazza Francigena, ha riaperto nel 2016 dopo un lungo lavoro di ristrutturazione, adeguamento funzionale e allestimento.
Il percorso, organizzato in 13 sale, è posto al piano rialzato e al piano seminterrato di Palazzo Tori Massoni, edificio storico di età rinascimentale. Una di queste sale, quella medievale, ospita un allestimento dedicato al sistema difensivo e alle abitazioni presenti sulla collina denominato “Montecastrese”.

Tavola Montecastrese Contenuti per il Museo

Nello specifico mi sono occupato della grande ricostruzione su pannello di 2 m, elaborando i dati ottenuti tramite un accurato rilievo fotogrammetrico aereo combinato all’ausilio di laser scanner 3D e fotogrammetria terrestre.
La modellazione 3D di tutti gli elementi individuati e quelli ipotetici, come le abitazioni, la cinta muraria e l’impianto delle torri, è stato uno dei punti focali di questo lavoro. Inoltre è frutto del processo di modellazione del rilievo e è stato supportato da solide ipotesi di ricostruzione con dati archeologici dei precedenti scavi. Allo stesso tempo per integrare le parti mancanti si è fatto riferimento ad architetture simili nelle caratteristiche difensive e offensive e dello stesso periodo storico.
Quello che emerge dal risultato finale è una rappresentazione complessiva del cassero medievale, un modello digitale dell’intera collina sviluppato dalle originali curve di livello e ripulito dalla vegetazione, per una chiara lettura degli alzati.
Di seguito alcuni passaggi del lavoro svolto su 3D Studio Max, in realtà con un mix di varie tecniche per ottenere un effetto finale del tutto particolare, e dare ulteriore scientificità alla ricostruzione.

Montecastrese effetti e tecniche 3D
Analisi ed elaborazione dati per la torre medievale

Una serie di scavi archeologici ha portato alla luce l’insediamento denominato “Montecastrese” (da monte e castrum dal latino), un sistema di fortificazioni medievali posto sulla sommità di un colle vicino al paese di Camaiore, sulla costa tirrenica italiana. Il sito era stato abbandonato per secoli prima che gli archeologi riportassero alla luce le tracce della rocca, le sue torri e il borgo medievale.
Emerge che al momento del suo maggiore sviluppo, la piccola fortezza era organizzata intorno a due torri principali (torre “a mare” e torre “a monte”), con mura e case. Un villaggio abbastanza esteso si trovava sul lato meridionale della collina. Poi nella prima metà del XIII secolo, il castello fu conquistato e distrutto dall’esercito lucchese che minarono le torre per abbatterle. Oggi i ruderi della torre “a monte” sono ancora in stato di crollo dopo il loro abbattimento.

Appunti in situ sulla collina di Montecastrese (Camaiore) e prime considerazioni sulle fortificazioni e gli abitati del cassero medievale:

Per approfondimenti potete consultare la pubblicazione dell’Università degli Studi di Firenze con il lavoro di rilievo e documentazione guidato dal prof. Giorgio Verdiani: Destroyed Places and Ancient Wars. Digital Tools for the Montecastrese Fortress.

Mentre per un altro lavoro su un castello medievale lo trovare al seguente link: il Castello della Rocca Sigillina, “L’occhio della Rocca”.

Privacy Preference Center